Seleziona una pagina

45178861_187107928865456_68221226169925632_n

“Figlie di una nuova era” è il primo volume di una trilogia edita dalla Fazi Editore. Un romanzo tutto al femminile che va dal 1919 al 1948, anni in cui incontriamo e approfondiamo la conoscenza delle quattro donne protagoniste:

– Henny, giovane ostetrica facile ad innamorarsi quanto a pentirsene, vive con la costante e pressante presenza della madre il cui sogno è di vedere la propria figlia fare un matrimonio di convenienza, desiderio che si scontra con le aspirazioni di Henny che più di ogni altra cosa vuole fare l’ostetrica;

Kathe, ostetrica e amica di Henny, emancipata e comunista che crede fortemente nei propri ideali, innamorata del giovane e calmo Rudi;

Ida, enigmatica e ricca, che cerca di sfuggire dalla gabbia dorata in cui è cresciuta cercando degli svaghi che la portino lontana da questa vita che la annoia ma che allo stesso tempo non riesce ad abbandonare, svaghi che troverà grazie all’aiuto di una cameriera;

– Lina, emancipata insegnante che pensa continuamente ai suoi genitori morti di fame – letteralmente – per garantire la sopravvivenza ai propri figli.

Romanzo ambientato in Germania, nella bellissima città di Amburgo, porta il lettore ad affrontare i cambiamenti della città dovuti alla presa di potere di Hitler – cambiamenti che, dal punto di vista storico-politico non sono ben definiti, ma che fanno da sfondo alla narrazione principale incentrata sulla vita quotidiana delle donne (ad esempio “La notte dei cristalli” viene raccontata senza approfondire ulteriormente il pogrom). “Figlie di una nuova era” è un romanzo corale che lascia spazio anche alla voce dei personaggi secondari che arrichiscono di dettagli i fatti rendendoli, molto spesso, ancora più interessanti. La narrazione è ricca di dettagli che approfondiscono la vita quotidiana delle nostre quattro protagoniste e ciò rende inevitabile affezionarsi a loro durante questi trenta anni “passati insieme”.

La “voce” che ho preferito è senza ombra di dubbia quella di Kathe, forte dei suoi ideali e del suo amore per Rudi, riesce ad affrontare mille difficoltà tra cui la deportazione in un campo di concentramento. I capitoli sono divisi in anni e all’interno di ogni capitolo viene data luce alle diverse voci che raccontano e spiegano, con ricchezza nei dettagli, i cambiamenti avvenuti lasciando spazio anche ad un minimo di introspezione – anche se avrei preferito una maggiore profondità in certe parti -.

“Figlie di una nuova era” è un romanzo che non ha deluso le mie aspettative ed il finale, che lascia con il fiato sospeso, accresce la mia voglia di lettrice di avere tra le mani il secondo volume e di divorarlo in pochissimi giorni cosi come fatto con il primo, libro assolutamente approvato e consigliato.

Titolo: Figlie di una nuova era

Autore: Carmen Korn

Casa Editrice: Fazi Editore